praticamente perfetta

Sicché la nanny che al post precedente era impelagata a cercare di far smettere l'allarme e il giorno dopo con il febbrone, il lunedì successivo si è dimessa "perché l'altra signora le ha offerto un lavoro a tempo pieno". E meno male che lo ha fatto lei, perché tanto prima o poi un calcio glielo avrei dato io.

Ieri, durante il suo ultimo giorno, Lapo le ha tirato un pugno su un ginocchio perché su mia richiesta lei non gli faceva vedere la TV. La signora gli ha restituito una bottarella sul braccio con la stessa forza di quella di Lapo, che grazie al cielo era distratto dal fratello e non si è accorto di niente. Io invece ho seguito tutta la scena e sono intervenuto dicendole che nella maniera più assoluta non volevo vedere niente del genere. La signora allora ha cercato di minimizzare, ma io mi sono mostrato molto duro. Non le ho detto niente, ma lei il piede in questa casa non ce lo mette più.

E' difficile trovare la persona giusta. Una nanny non è una babysitter, molti ancora non lo capiscono. La nanny è la vice in comando: deve avere il polso e la determinazione di gestire situazioni difficili, ancor più perché i bimbi in questione non sono i suoi. Il mestiere della nanny è poco remunerativo e se non si è motivati, dopo qualche settimana si molla.

Da quando ho intervistato quella che consideravo la nanny perfetta  e questa ha rifiutato l'offerta, ho cambiato marcia. Le interviste non sono più "parlami di te", ma "parlami dei motivi per cui vuoi fare la nanny". Molte non ce la fanno a spiegarlo perché vogliono fare la nanny in mancanza di altro e basta.

Poi ci sono quelle che ti mandano un messaggino sul cellulare un quarto d'ora dopo l'appuntamento e ti dicono che si sono perse e che tornano indietro perché tanto viviamo troppo distanti. Non ti dico sullo smartphone, ma google maps prima di uscire di casa no figlia mia? Ci sono quelle che vogliono trenta ore di lavoro, quasi non importa a che prezzo basta che di trenta ore si tratti.

Stasera ho visto anche una ragazza che nel suo curriculum andava orgogliosa della sua militanza nell'Azione Cattolica, oltre che negli Scout. Pensavo mi sarei trovato davanti un ectoplasma di Bertone o di Bagnasco con cui finalmente mi sarei potuto scontrare. Le ho fatto la stessa intervista che avevo fatto questa mattina ad un'altra ragazza per mettere in luce motivazioni ed eventuali carenze. Alla fine dell'intervista le ho spiegato che Neri e Lapo, che erano comparsi un paio di volte in salotto, erano bambini adottati e lei è rimasta molto sorpresa, non so perché. Le ho spiegato il perché di tutte le domande che avevo fatto ed infine ho lanciato la bomba. "Siamo una coppia dello stesso sesso e abbiamo adottato insieme". Lei mi ha sorriso dicendomi "ah ma dai!". Le ho chiesto se questo le creava qualche problema e mi ha risposto con un sorriso ancora più grande "assolutamente no!".

Ho capito tante cose dalla mia chiacchierata con questa ragazza stasera. Ho rinforzato la mia cognizione di essere uno stramaledetto radical chic, ma questo lo sanno anche i bambini. E' venuta l'ora di smetterla con questi preconcetti sui cattolici italiani perché ascoltano il Vaticano molto meno di quanto non lo facciano gli atei agnostici razionalisti come me. I tempi per il matrimonio egualitario e per le adozioni anche alle coppie dello stesso sesso sono maturi in Italia come nel resto d'Europa, e dobbiamo smettere di focalizzarci su qualche centinaia di sentinelli-coi-manganelli.

Forse mi sbaglio, ma credo sia chiaro a tutti che abbiamo tutti bisogno di un posto da chiamare casa, una persona da poter chiamare amore, un lavoro per campare e di un sogno da realizzare. Poi magari in chiesa tutte le domeniche qualcuno ci va, ma chi lo sa perché ci va. Credo che sia sempre meno per sentirsi dire chi votare o che comportamento tenere. Non credo in alcun dio da molti anni ormai, ma non vado più a giro a cercare di bruciare l'immagine del papa sul falò del 5 Novembre. L'ho fatto e me ne vergogno.

Non l'ho presa come nanny perché ancora le mancano un paio di qualità , ma le ho detto di rimanere in contatto per aiutarla ad entrare negli scout qua.

Domani voto per la prima volta da cittadino Britannico. Dio salvi la Regina e nel frattempo la ricerca continua.


Commenti

Post più popolari