spazi vuoti

Questo venerdì le assistenti sociali dei bambini che abbiamo indicato come possibilità ci verranno a trovare per conoscerci meglio e per vedere la nostra casa.

Chissà se siamo i primi, chissà se siamo gli unici. In realtà potremmo chiedere se altri hanno mostrato interesse per questi due fratelli, ma abbiamo deciso di lasciar perdere. Ci guadagneremmo una buona dose di stress e le cose non cambierebbero. Rimaniamo aperti all'eventualità che le cose non vadano bene e che presto si debba ricominciare da capo con la ricerca.

Da un lato sarebbe meglio saperlo prima che poi, ma come mi faceva notare un amico di recente, dobbiamo anche uscire dalla mentalità tutta londinese del "tutto e subito" a cui siamo abituati. 
Quando mi dissero che l'appuntamento sarebbe stato dopo tre settimane mi sembravano dei folli ad aspettare così tanto tempo se una famiglia era pronta ad accoglierli.

Poi però pensandoci bene, non è così assurdo. La prima fanno l'ultima visita con la famiglia d'origine, nella seconda iniziano a spiegargli che anche loro passeranno "prima o poi" alla loro famiglia per sempre ed infine durante la terza gli assistenti sociali ci vengono a trovare.

I bimbi non li incontreremo altro che quando tutto è stato deciso.

Questo fine settimana abbiamo fatto pulizia in casa e ci siamo liberati del letto nella (ex) stanza degli ospiti.

Stamani ho cercato "i due" bambini sul database: il loro profilo è scomparso.

O bene bene o male male.



Commenti

Post più popolari